CONDIZIONI DI GARANZIA PRODOTTO
MOD. Listone Giordano_2021

DEFINIZIONI.
per Produttore si intende la società Margaritelli S.p.A., titolare del marchio Listone Giordano®;
per Acquirente o Utilizzatore Finale si intende il soggetto il cui interesse è protetto da garanzia;
per Prodotti Garantiti si intende le liste di parquet di fabbricazione Margaritelli limitatamente ai soli prodotti di tipologia multilayer, contemplati nel listino prezzi al pubblico del Produttore;
per Data di Acquisto si intende la data risultante dalla documentazione di acquisto (ricevuta fiscale o fattura quietanzata) dei Prodotti Garantiti.



OGGETTO DELLA GARANZIA.
Danni materiali e diretti ai Prodotti Garantiti, a condizione che tali danni si siano verificati entro anni 10 (dieci) dalla Data di Acquisto e che siano stati causati da:

  • difetti di fabbricazione;
  • vizi di materiale, comprese materie prime, componenti, colle, vernici ed ogni altro materiale impiegato nel processo produttivo.



ESCLUSIONI.
a) manifestazioni direttamente connesse alle caratteristiche proprie e naturali della tipologia e selezione dei Prodotti Garantiti o delle materie prime impiegate per la loro costruzione (v. ad esempio “Note informative sui pavimenti in legno” contenute nel presente Attestato di Garanzia Prodotto), ivi compresi tutti i normali deterioramenti, effetti dell’uso;
b) difetti di carattere puramente estetico o di soggettiva valutazione, che non compromettano in alcun modo la normale funzionalità dei Prodotto Garantiti;
c) danni derivanti da difetti o vizi noti all’Acquirente già all’atto dell’acquisto;
d) danni derivanti da inadeguata conservazione o stoccaggio del materiale al di fuori di spazi sottoposti alla responsabilità del Produttore;
e) danni dovuti a errata manutenzione, pulizia o uso improprio dei Prodotti Garantiti;
f) danni prodotti o aggravati con dolo o negligenza dell’Acquirente o di terzi soggetti estranei alla responsabilità del Produttore;
g) danni derivanti da altre cause esterne di qualsiasi natura (spargimenti di liquidi in genere, caduta di oggetti, infiltrazioni di umidità, alterazioni delle normali condizioni climatiche, da caso fortuito o forza maggiore) e comunque non direttamente imputabili a difetti di fabbricazione dei Prodotti Garantiti;
h) danni indiretti, o di qualsiasi altra natura non espressamente menzionati, quali ad esempio smontaggio, spostamento e rimontaggio di infissi e arredi, perdita di godimento dei locali e pernottamenti in albergo, perdita o parziale modifica delle caratteristiche originarie del prodotto a seguito di intervento di riparazione, etc.;
i) tutti i danni immateriali;
j) danni dovuti ad errori di posa in opera, ivi compresi danni derivanti da inadeguatezza del sottofondo (con riferimento alle corrette condizioni geometriche, meccaniche, igrometriche, ecc.) oppure riferibili a vizi, inadeguatezza o incompatibilità dei materiali sussidiari impiegati per l’applicazione o la finitura delle cose assicurate (colle, vernici, ecc.).



DURATA E VALIDITÀ DELLA GARANZIA.
La garanzia è operante, nei confronti di ogni Acquirente, per un periodo di anni 10 (dieci) a partire dalla Data di Acquisto.



OBBLIGHI IN CASO DI SINISTRO.
L’Acquirente che rilevi difettosità del prodotto comprese nell’ambito di validità della presente garanzia, per renderne operativi gli effetti è tenuto a:

  • darne immediata comunicazione al Produttore a mezzo e-mail all’indirizzo in calce riportato;
  • inviare al Produttore al più presto (comunque non oltre il termine massimo di otto giorni dalla iniziale manifestazione del difetto a pena di decadenza) un dettagliato rapporto scritto a mezzo Pec – Posta elettronica certificata o Raccomandata con avviso di ricevimento, completo di documentazione fotografica e ogni altro elemento utile alla valutazione del caso.



PROCEDURA DI ACCERTAMENTO.
Il Produttore, sulla base del rapporto scritto ricevuto, è tenuto ad esprimere proprio parere preliminare di pertinenza tramite comunicazione scritta da indirizzare all’Acquirente entro il termine di quindici giorni dalla data del ricevimento del rapporto sopra menzionato. Qualora gli elementi raccolti non dovessero risultare sufficienti, prima di esprimersi in merito, il Produttore si riserva la possibilità di richiedere una integrazione di informazioni attraverso contatto telefonico o sopralluogo di propri incaricati esterni (rivenditore locale, agente di zona, ecc.).
Ove il parere preliminare di pertinenza risulti positivo (riconoscimento di difettosità oggetto di garanzia) viene dato avvio alla procedura di ripristino, secondo le modalità stabilite.
Ove il parere preliminare di pertinenza risulti negativo (mancata verifica di difettosità oggetto di garanzia) e le motivazioni addotte non siano ritenute sufficienti, l’Acquirente potrà richiedere al Produttore di esprimere un giudizio definitivo tramite ispezione diretta in loco del proprio Servizio Centrale di Assistenza Tecnica. L’attivazione di tale procedura è assoggettata a versamento preventivo, da parte dell’Acquirente, di un deposito cauzionale di Euro 300,00 (trecento) a parziale copertura delle spese di intervento, che sarà integralmente restituito nel caso che il giudizio definitivo (responso impegnativo) dovesse poi risultare positivo.



PROCEDURA DI RIPRISTINO.
L’eventuale accertamento di difetti oggetto di garanzia impegna il Produttore a provvedere al ripristino del pavimento mediante riparazione o sostituzione degli elementi interessati, nei limiti e alle condizioni di seguito indicati. La riparazione della porzione di pavimento risultata difettosa, ovvero la sua sostituzione qualora la riparazione risulti impossibile, avviene a cura e spese del Produttore attraverso personale di propria fiducia, e nel più breve tempo possibile, secondo accordi da stabilirsi direttamente con l’Acquirente.
Tra i possibili interventi di riparazione figurano anche interventi di rilevigatura e finitura in opera. Ogni valutazione e decisione circa procedimenti e modalità tecniche di esecuzione lavori, viene rimessa al giudizio insindacabile del Servizio Centrale di Assistenza Tecnica del Produttore che si assume la responsabilità di dirigere l’intervento di ripristino in osservanza delle corrette regole dell’arte. Il Produttore si impegna a mettere a disposizione gratuitamente la manodopera necessaria ad eseguire gli interventi di ripristino, nonché eventuali materiali nuovi, occorrenti in sostituzione di quelli difettati, da individuarsi tra i più affini a quelli originari in relazione alle disponibilità rilevabili presso il Produttore stesso all’atto dell’intervento. I costi inerenti eventuali modifiche, interventi di miglioria o prestazioni di lavoro straordinarie richieste dall’Acquirente non sono compresi negli obblighi di garanzia e sono da valutarsi separatamente sulla base di accordi specifici. Si intendono assoggettabili alla presente garanzia i soli danni materiali e diretti ai Prodotti Garantiti. Singole liste di parquet che presentino difetti rilevabili già al momento di apertura delle confezioni, devono essere obbligatoriamente segnalate prima della posa in opera del pavimento, per essere eventualmente sostituite, e tassativamente devono essere escluse dal montaggio. Il mancato rispetto di tale semplice accorgimento può dare facilmente luogo a considerevole aggravamento del danno e delle relative spese di ripristino.
La responsabilità per un comportamento in tal senso negligente è da riferirsi, direttamente o indirettamente (anche attraverso terzi soggetti incaricati), al solo Acquirente e solleva pertanto il Produttore della porzione di oneri aggiuntivi eventualmente conseguenti, facendo venir meno la garanzia in oggetto.



ESAGERAZIONE DOLOSA DEL DANNO.
Perde il diritto alla garanzia chi faciliti il progresso del danno, ne alteri dolosamente le tracce ed i residui o ne esageri dolosamente l’ammontare, dichiari distrutte cose che non esistevano, occulti, sottragga o manometta cose salvate, adoperi a giustificazione mezzi o documenti menzogneri o fraudolenti.



PAESI IN CUI È VALIDA LA GARANZIA.
La garanzia prestata è valida nei territori della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato Città del Vaticano.



DANNO MINIMO.
La presente garanzia si intende applicabile a danni di un importo minimo di euro 500,00 (cinquecento).



MASSIMO INDENNIZZABILE.
Per ogni fatto dannoso e serie di fatti dannosi presso il medesimo Acquirente la prestazione della garanzia in oggetto è valida fino all’importo massimo di euro 15.000,00 (quindicimila).



COPERTURA ASSICURATIVA.
I prodotti di tipologia multilayer (contemplati nel listino prezzi al pubblico del Produttore e venduti successivamente al 1 dicembre 1998) sono altresì assicurati, relativamente agli stessi difetti oggetto della presente garanzia e per lo stesso periodo di tempo, con la Società Assicuratrice mediante specifica polizza, stipulata presso l’Agenzia REALE MUTUA ASSICURAZIONI – viale Tazio Nuvolari 19 – 06125 Perugia .


COMUNICAZIONI AL PRODUTTORE.
MARGARITELLI S.p.A. località Miralduolo 06089 Torgiano (PG)E-mail: [email protected]: [email protected]



NOTE INFORMATIVE SUI PAVIMENTI IN LEGNO.
Il legno è un materiale “vivo”, che interagisce con l’ambiente circostante e che subisce trasformazioni per effetto di fattori esterni quali la luce solare, la temperatura, l’umidità dell’aria, l’uso.



COLORE.
Il colore del legno è in larga parte determinato da alcune sostanze in esso contenute, dette estrattivi. La colorazione di queste sostanze si modifica con l’esposizione all’aria ed alla luce, e questo fa sì che ogni parquet subisca con il passare del tempo trasformazioni più o meno marcate del proprio colore originale. Per il loro elevato contenuto di estrattivi i legni provenienti dalla fascia tropicale risultano particolarmente soggetti a queste trasformazioni, che evolvono generalmente verso tonalità bruno-scure. Iroko e doussié sono tra i legni in cui le trasformazioni sono più marcate. Il doussié, in particolare, può manifestare in alcuni casi fenomeni localizzati di forte e rapido viraggio del colore; liste con colorazioni originariamente simili possono reagire differentemente e assumere nel tempo toni di colore anche molto diversi tra loro. In determinate condizioni questi cambiamenti di colore possono mettere in evidenza tracce di sostanze minerali naturalmente presenti nella struttura del legno. Il tek può presentare inizialmente variegature di colore molto marcate. Nel tempo queste variegature si attenuano fin quasi a sparire, mentre il colore si omogeneizza su tonalità medio-chiare. Il rovere presenta una discreta stabilità di colore. Con l’esposizione alla luce evolve verso toni più caldi, intensificando la componente di giallo. Tale comportamento risulta rilevabile anche nel caso di finiture con pigmenti (es. gamma “Michelangelo” o “Grisaglie”). In alcuni legni l’esposizione prolungata a un irraggiamento intenso, per esempio in prossimità di una porta-finestra, può dare luogo a uno scolorimento (i raggi UV producono questo effetto su molti materiali, anche diversi dal legno). Per limitare questo fenomeno si consiglia l’uso di tendaggi o di speciali pellicole dotate di filtro UV da applicare ai vetri delle finestre.



SPECCHIATURE.
Nel rovere le liste provenienti da una sezione perfettamente radiale del tronco si caratterizzano, oltre che per la venatura rigata, anche per la presenza di tipiche striature lucenti, denominate specchiature. Le specchiature costituiscono da sempre ricercati elementi di pregio; esse contraddistinguono le liste di maggior qualità in termini di estetica (regolarità della venatura) e prestazioni tecniche (stabilità dimensionale, impermeabilità, etc.).



CAMPIONATURE.
Il legno è un materiale per sua natura disomogeneo e variegato, in cui ogni elemento è unico e irripetibile. Di conseguenza un campione costituito da pochi listoni può fornire un’idea generale dell’aspetto di un modello di parquet, ma non è in grado di rappresentarne tutte le possibili tonalità, venature e singolarità. Come illustrato al punto precedente, il legno tende a modificare il proprio colore nel tempo, con l’esposizione all’aria e alla luce. Per questo motivo un pavimento appena posato presenterà tipicamente un aspetto e un tono di colore diverso rispetto a un pannello campione dello stesso prodotto che sia stato esposto alla luce per qualche tempo.



CONDIZIONI CLIMATICHE.
Il legno è un materiale soggetto a rigonfiamenti o ritiri in funzione delle condizioni di umidità e temperatura a cui è esposto. Per avere un pavimento sempre in perfette condizioni, la temperatura dell’aria deve essere mantenuta tra 15°C e 30°C e l’umidità relativa dell’aria tra 45% e 65%. Tale intervallo coincide peraltro con le condizioni ottimali per il benessere delle persone. È importante che queste corrette condizioni climatiche siano mantenute sia durante le fasi di posa che successivamente, anche nei periodi in cui i locali non sono abitati. In alcune situazioni, in particolare nei mesi invernali, per assicurare il rispetto delle condizioni indicate può essere necessario ricorrere a sistemi di umidificazione dell’aria. Nel caso di pavimenti riscaldati, oltre alle prescrizioni relative alla temperatura e all’umidità dell’aria, deve essere rispettato il limite di temperatura alla superficie del pavimento che, con il sistema in funzione, non deve superare i 27°C. Per evitare di oltrepassare tale limite è bene, sempre nel caso di pavimenti riscaldati, non coprire il pavimento con tappeti di grosso spessore o altri materiali caratterizzati da una elevata resistenza termica. I prodotti della gamma Listone Giordano che sono dotati di supporto in multistrato di betulla possono essere utilizzati anche in condizioni di temperatura e umidità particolarmente gravose, ovvero con umidità relativa dell’aria ridotta fino al 30%, e con temperature alla superficie del pavimento fino a 29°C. In queste condizioni il prodotto manterrà la sua integrità e funzionalità, tuttavia potrà evidenziare quei fenomeni che sono tipicamente collegati al ritiro del legno, quali per esempio la deformazione della sezione delle liste (imbarcamento concavo), la formazione di fessure tra le liste, o anche la formazione di fessure all’interno della singola lista.



FESSURE.
Anche se vengono rispettate le condizioni climatiche consigliate, l’apparizione nel tempo di qualche piccola fessura nello strato strato a vista è un fenomeno naturale e statisticamente inevitabile.



DUREZZA.
I legni utilizzati per la fabbricazione dei parquet presentati in questo documento hanno tutti caratteristiche di durezza tali da renderli idonei all’impiego come pavimentazione. È tuttavia inevitabile, anche nei legni più duri, che le sollecitazioni dovute ad urti o caduta di oggetti, nonché l’applicazione di elevati carichi concentrati (tacchi a spillo, scale da lavoro, etc.) possano causare impronte o ammaccature della superficie.



LAVORAZIONI ARTIGIANALI.
I pavimenti della linea Atelier presentano eterogeneità di forma e di aspetto che sono tipiche delle lavorazioni artigianali. Le differenze rilevabili tra lista e lista, o anche all’interno della singola lista (per esempio nella planarità delle superfici, nella rugosità, o nelle tonalità del colore) non rappresentano un difetto ma al contrario costituiscono l’essenza stessa del manufatto. Alcune lavorazioni generano sulla superficie asperità e piccole scheggiature che possono costituire punti di appiglio per i panni utilizzati nelle operazioni di pulizia. La presenza di tali asperità e piccole scheggiature è un elemento che deve essere valutato con particolare attenzione qualora il pavimento sia destinato ad essere utilizzato senza indossare calzature.



VERNICI.
L’usura dovuta al calpestio tende a modificare nel tempo la lucentezza della finitura, in particolare nelle zone soggette a maggior traffico. Questo fenomeno è inevitabile, ma può essere attenuato con una corretta manutenzione. Una modifica della lucentezza può essere provocata anche da uno sfregamento energico e ripetuto, dovuto ad esempio al tentativo di rimuovere una macchia.



FINITURE CON OLI NATURALI.
I prodotti trattati con finiture a base di oli naturali possono subire un leggero ingiallimento se rimangono a lungo all’interno delle loro confezioni, o comunque senza essere esposti alla luce ed all’aria. Si tratta di una trasformazione del tutto normale, che non ha un carattere permanente. Basta infatti esporre le liste all’aria e alla luce diretta del sole perché tale trasformazione regredisca e, nell’arco di qualche giorno, il prodotto ritorni all’aspetto originario. In caso di esposizione ad una luce indiretta, tipica degli ambienti interni, il processo può richiedere qualche settimana. Gli oli naturali hanno la caratteristica di continuare a penetrare nel legno anche dopo l’applicazione, mentre il materiale si trova all’interno delle proprie confezioni. È quindi possibile che, al momento della posa, il prodotto presenti in alcune aree una superficie particolarmente “asciutta”. In questo caso è sufficiente intervenire, subito dopo la posa, mediante l’applicazione dell’apposito prodotto di manutenzione.



PRESCRIZIONI DI USO E MANUTENZIONE.
Le indicazioni per un corretto uso e manutenzione del pavimento sono disponibili nell’apposita sezione del sito www.listonegiordano.com contenente la documentazione tecnica.
Si consiglia di prenderne conoscenza già nella fase di scelta del prodotto.