12.09.2002
Museo Ca' Rezzonico - Venezia

Luogo: Venezia, Italia
Prodotto: Maxi Doussiè DuraPlus
Anno: 1999/2000

È uno dei più affascinanti musei veneziani. Affacciato sul Canal Grande, espone arredi, dipinti e sculture del Settecento veneziano.

Il grandioso palazzo, ora sede del Museo del Settecento Veneziano, venne costruito a partire dal 1649 per la nobile famiglia Bon, su progetto del massimo architetto del barocco veneziano, Baldassarre Longhena.

La fronte sul Canal Grande appare in numerose vedute del primo settecento completata solo per il piano terra e per il primo piano nobile.

Giambattista Rezzonico, mercante e banchiere, acquistò nel 1751 il palazzo e ne affidò il completamento a Giorgio Massari, uno dei più affermati ed eclettici professionisti del medio Settecento veneziano. I lavori procedettero con rapidità e nel 1756 l’edificio risulta completato. Mentre la prestigiosa facciata sul Canal Grande e il secondo piano nobile seguivano l’originario progetto longheniano, si devono a Massari le ardite invenzioni sul retro del palazzo: il sontuoso accesso da terra, lo scalone d’onore e il grandioso, insolito salone da ballo.

Nel 1935, dopo lunga e complessa trattativa, al Comune di Venezia. il palazzo venne adibito a sede del Museo del Settecento veneziano e aperto al pubblico il 25 aprile del 1936. I curatori dell’allestimento, Nino Barbantini e Giulio Lorenzetti, vollero conferirgli un carattere ambientale, disponendo le opere come se appartenessero all’arredo del palazzo. Per ottenere questo risultato, vennero concentrate a Ca’ Rezzonico le numerose opere settecentesche proprietà dei Musei Civici di Venezia, cui vennero aggiunti dipinti, mobili e affreschi provenienti da altri edifici veneziani di proprietà civica e molte altre opere acquistate per l’occasione sul mercato antiquario.

L’intervento di pavimentazione lignea ha prediletto un prodotto classico e senza tempo, come il Listone in Doussié, dai toni caldi ed intensi. La finitura a vernice super resistente è particolarmente adatta ai luoghi pubblici ad alto traffico.